ALBO DELLE PERSONE IDONEE ALL’UFFICIO DI PRESIDENTE DI SEGGIO ELETTORALE – AGGIORNAMENTO ANNO 2019

E’ un elenco di nominativi che l’ufficio Elettorale aggiorna ogni anno. L’Albo aggiornato viene trasmesso alla Corte d’Appello di Firenze che, in occasione di ogni elezione, provvede a nominare i Presidenti di seggio elettorale tra coloro che sono iscritti.

Modalità di richiesta

Per essere iscritti all’Albo occorre presentare una richiesta scritta al Comune di residenza, personalmente presso l’ufficio elettorale ove si compilerà una domanda con l’autocertificazione di professione e titolo di studio, oppure può essere inviata per posta tradizionale,  fax o E-mail demografici@comune.castiglionedigarfagnana.lu.it  o per posta elettronica certificata all’indirizzo: comune.castiglionedigarfagnana@postacert.it  con allegata la copia di un documento d’identità.

domanda presidente seggio

Requisiti

  • essere elettore del Comune
  • non avere superato il settantesimo anno di età
  • essere in possesso del titolo di studio di scuola media superiore

Esclusioni

Sono esclusi dalla funzione di Presidente di seggio elettorale:

  • coloro che alla data delle elezioni hanno superato il settantesimo anno di età
  • i dipendenti del Ministero dell’Interno, delle Poste e Telecomunicazioni e dei Trasporti
  • gli appartenenti alle Forze Armate in servizio
  • i medici provinciali, gli ufficiali sanitari e i medici condotti
  • i segretari comunali e i dipendenti dei Comuni addetti o comandati a prestare servizio  presso gli Uffici Elettorali Comunali
  • i candidati alle elezioni per le quali si svolga la votazione

Periodo

Dal 1 al 31 ottobre di ogni anno. Una volta iscritti, non occorre rinnovare l’iscrizione l’anno successivo.

Informazioni utili

I compensi ricevuti dai presidenti non sono soggetti a irpef, quindi non vanno dichiarati. Coloro che non intendono più svolgere la funzione di Presidente devono richiedere la cancellazione dall’Albo alla Corte d’Appello di Firenze, (trasmettendone copia per conoscenza all’Ufficio Elettorale) con domanda scritta, entro il mese di novembre.

Normativa di riferimento L. 21 marzo 1990, n. 53

ALBO DEGLI SCRUTATORI DI SEGGIO – AGGIORNAMENTO ANNO 2019

L’Albo degli scrutatori viene formato a seguito di iscrizione volontaria da parte di soggetti interessati a ricoprire la funzione di scrutatore. In occasione di elezioni gli scrutatori vengono nominati dalla Commissione Elettorale Comunale attingendo da questo albo.

Modalità

Per essere iscritti all’Albo occorre presentare una richiesta scritta al Comune di residenza, personalmente, presso l’ufficio elettorale ove si compilerà una domanda con l’autocertificazione di professione e titolo di studio, oppure per posta, fax o e-mail: demografici@comune.castiglionedigarfagnana.lu.it , inviando la domanda in allegato compilata e corredata della copia di un documento d’identità.

domanda scrutatore seggio

Requisiti

  • essere elettore del Comune
  • aver assolto agli obblighi scolastici

Esclusioni

Sono esclusi dalla funzione di Scrutatore di seggio elettorale:

  • coloro che alla data delle elezioni hanno superato il settantesimo anno di età
  • i dipendenti del Ministero dell’Interno, delle Poste e Telecomunicazioni e dei Trasporti
  • gli appartenenti alle Forze Armate in servizio
  • i medici provinciali, gli ufficiali sanitari e i medici condotti
  • i segretari comunali e i dipendenti dei Comuni addetti o comandati a prestare servizio presso gli Uffici Elettorali Comunali
  • i candidati alle elezioni per le quali si svolga la votazione

Periodo

Iscrizioni dal 1° ottobre al 30 novembre di ogni anno. Una volta iscritti, non occorre rinnovare l’iscrizione.

Informazioni utili

Coloro che non intendono più svolgere la funzione di scrutatore possono richiedere la cancellazione dall’albo, con domanda scritta, entro il mese di dicembre di ogni anno. I compensi ricevuti dagli scrutatori non sono soggetti a Irpef, quindi non vanno dichiarati. In occasione della consultazione elettorale, la Commissione Elettorale Comunale, in seduta pubblica, dal 25° al 20° giorno antecedente la data della votazione, nomina gli scrutatori da destinare ai seggi elettorali, tra coloro che sono iscritti all’albo. E’ possibile rinunciare solo per grave impedimento da comunicare entro quarantotto ore dalla notifica della nomina riconsegnando all’ufficio elettorale l’originale della nomina (no fax, no servizio postale) che è stata notificata. Normativa di riferimento Legge 95/89 e Legge 53/90 modificate dall’art. 9 legge 120/99

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER TITOLI ED ESAMI PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER L’ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO CON CONTRATTO FULL TIME PER DUE ANNI DI UN “ ADDETTO AMMINISTRATIVO/CONTABILE “ DA INQUADRARE NELL’AREA “B” LIVELLO “B3” CCNL FEDERCASA (2016/2018)

ERP Lucca Srl  informa  che con Determina n.92 del 13.07.2018 dell`Amministratore Unico Dott. Andrea Bertoncini e` stata indetta una procedura selettiva pubblica, per titoli ed esami,  per la assunzione a tempo pieno per un periodo di anni due di n. 1 posto di “Addetto Amministrativo Contabile” di livello B3 c.c.n.l. Federcasa vigente.

Tutte le informazioni relative al  bando unitamente alla domanda di partecipazione sono pubblicate sul  sito internet www.erplucca.it  Sezione Amministrazione Trasparente – bandi di concorso.

AVVISO RITROVAMENTO OGGETTI SMARRITI

Si comunica che sono stati ritrovati oggetti smarriti come da avviso allegato che sarà pubblicato all’Albo Pretorio per due domeniche consecutive, restando affisso per tre giorni ogni volta.

Gli aventi titolo possono reclamarne la proprietà rivolgendosi all’Ufficio di Polizia c/o Unione Comuni Garfagnana entro un anno dall’ultimo giorno di pubblicazione del secondo avviso.

AVVISO SETTEMBRE 2018

SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE BANDO 2018 – N. 2 POSTI PRESSO LA BIBLIOTECA COMUNALE “FULVIO LUCCHESI”

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE

Presso la Biblioteca Comunale ” Fulvio Lucchesi” sita nel Capoluogo,  sul bando 2018, sono disponibili n. 2 posti . La presentazione delle domande di Servizio Civile Universale scade il 28 settembre 2018.
Che cosa è?
I progetti di servizio civile universale del Bando 2018, promossi dal Centro Nazionale per il Volontariato (CNV), vedono l’adesione e la collaborazione di 31 organismi con la disponibilità di 139 posti totali.
I 9 progetti di servizio civile universale sono stati approvati dalla Regione Toscana e dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile.
Con questi progetti viene offerta ai giovani la possibilità di vivere un’esperienza significativa a fianco di operatori specializzati (professionali o volontari) nell’ambito dei servizi sociali e non, rivolti sia alla persona che al territorio, gestiti da Enti locali, Scuole e Associazioni di volontariato sui temi dell’ ASSISTENZA (Immigranti, profughi, giovani) e della EDUCAZIONE e PROMOZIONE CULTURALE (tutoraggio scolastico, animazione sul territorio).
Un percorso formativo accompagnerà sia le fasi iniziali che le tappe successive dell’esperienza di servizio civile, che per altro può essere valutata (contattando i singoli atenei) come tirocinio o credito formativo per i corsi di studi universitari attinenti.
Infine Dipartimento, rilascerà su richiesta un attestato di espletamento del servizio stesso alla fine dei dodici mesi.

Chi può svolgere servizio civile?
Possono partecipare alla selezione i giovani, senza distinzione di sesso che, alla data di presentazione della domanda, abbiano compiuto il 18° e non superato il 28° anno di età (28 anni e 364 giorni), in possesso dei seguenti requisiti:
– essere cittadini italiani;
– essere cittadini di uno degli stati membri dell’Unione Europea;
– essere cittadini non comunitari regolarmente soggiornanti in Italia;
– non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata.
Qualora si intenda partecipare alla riserva di posti destinata ai giovani FAMI, prevista per alcuni progetti da realizzarsi in Italia, occorre anche essere titolare di protezione internazionale (ossia rivestire lo status di rifugiato o essere titolare di protezione sussidiaria) o di protezione umanitaria; tali condizioni sono attestate dal permesso di soggiorno in formato elettronico rilasciato dalla Questura competente per territorio.
I requisiti di partecipazione devono essere posseduti alla data di presentazione della domanda e, ad eccezione del limite di età, mantenuti sino al termine del servizio.
Non possono presentare domanda i giovani che:
appartengono ai corpi militari e alle forze di polizia;
abbiano già prestato servizio civile nazionale, oppure abbiano interrotto il servizio prima della scadenza prevista;
abbiano in corso con l’ente che realizza il progetto rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo, ovvero che abbiano avuto tali rapporti nell’anno precedente di durata superiore a tre mesi.
Non costituisce causa ostativa alla presentazione della domanda di servizio civile:
aver interrotto il servizio civile nazionale a conclusione di un procedimento sanzionatorio a carico dell’ente originato da segnalazione dei volontari;
aver già svolto il servizio civile nell’ambito del programma europeo “Garanzia Giovani” e nell’ambito del progetto sperimentale europeo International Volunteering Opportunities for All.
I volontari impegnati, nel periodo di vigenza del presente bando, nei progetti per l’attuazione del Programma europeo Garanzia Giovani possono presentare domanda ma, qualora fossero selezionati come idonei, potranno iniziare il servizio civile solo a condizione che si sia intanto naturalmente conclusa – secondo i tempi previsti e non a causa di interruzione da parte del giovane – l’esperienza di Garanzia Giovani.
Tale domanda dovrà essere indirizzata al Centro Nazionale per il Volontariato (CNV) entro la scadenza del Bando del 28 settembre 2018.
Le domande possono essere presentate esclusivamente secondo le seguenti modalità:
1) con Posta Elettronica Certificata (PEC) – art. 16-bis, comma 5 della legge 28 gennaio 2009, n. 2 – di cui è titolare l’interessato, avendo cura di allegare tutta la documentazione richiesta in formato pdf all’indirizzo: centrovolontariato@pec.it [Scadenza 28 settembre 2018]
2) a mezzo “raccomandata A/R” indirizzata a: Centro Nazionale per il Volontariato, Via Catalani 158 Lucca [Scadenza 28 settembre 2018]
3) consegna a mano presso il: Centro Nazionale per il Volontariato, Via Catalani 158 Lucca [Scadenza 28 settembre 2018 – ore 18]
Le domande trasmesse con modalità diverse da quelle sopra indicate o pervenute oltre il termine stabilito, non saranno prese in considerazione.

Come presentare domanda:
La domanda, firmata dal richiedente, deve essere:
– redatta secondo il modello riportato nell’Allegato 3 al presente bando, attenendosi scrupolosamente alle istruzioni riportate in calce al modello stesso e avendo cura di indicare la sede per la quale si intende concorrere;
– accompagnata da fotocopia di valido documento di identità personale;
– corredata dall’Allegato 4 relativo all’autocertificazione dei titoli posseduti; tale allegato può essere sostituito da un curriculum vitae reso sotto forma di autocertificazione ai sensi del DPR n. 445/2000, debitamente firmato;
– corredata dall’Allegato 5 debitamente firmato relativo all’informativa “Privacy”, redatta ai sensi del Regolamento U.E. 679/2016;
È possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto di servizio civile, da scegliere tra i progetti inseriti nel presente bando e tra quelli inseriti nel bando nazionale e nei bandi delle Regioni e delle Province autonome contestualmente pubblicati.
La presentazione di più domande comporta l’esclusione dalla partecipazione a tutti i progetti inseriti nei bandi innanzi citati, indipendentemente dalla circostanza che non si partecipi alle selezioni.
Nel caso si scelga un progetto ordinario con una riserva di posti per i “volontari FAMI”, nella domanda occorre specificare la categoria, prevista dal progetto prescelto, alla quale si ritiene di appartenere, tenendo conto che in fase di selezione sarà necessario produrre la documentazione atta a comprovare l’appartenenza a tale categoria.
È causa di esclusione dalla selezione la mancata sottoscrizione della domanda e/o la presentazione fuori termine.
Non sono cause di esclusione in quanto è possibile procedere ad integrazione:
– la mancata indicazione della sede per la quale si intende concorrere (sarà cura dell’ente provvedere a far integrare la domanda con l’indicazione della sede);
– il mancato invio della fotocopia del documento di identità, ovvero la presentazione di una fotocopia di un documento di identità scaduto (sarà cura dell’ente provvedere a far integrare la domanda);
– il mancato invio dall’autocertificazione dei titoli posseduti (Allegato 4) o del curriculum vitae (in tal caso l’ente procederà alla selezione senza tener conto dei titoli);
– il mancato invio dell’informativa “Privacy” (Allegato 5) (sarà cura dell’ente provvedere ad acquisirla).
Laddove in fase di colloquio non fossero fornite le integrazioni relative al documento di identità e all’informativa “Privacy” il candidato è escluso dalla selezione.

Modalità di selezione
La selezione si svolgerà presso il CNV secondo i criteri e le modalità stabiliti dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Universale e consisterà sia nella valutazione dei titoli presentati e delle esperienze pregresse, che in un colloquio attitudinale. I calendari delle prove di selezione verranno pubblicati direttamente sul sito www.centrovolontariato.net. Si precisa che ai candidati non perverranno convocazioni individuali in nessuna forma.
Coloro che, senza motivato preavviso, non si presenteranno alla selezione nella data e nell’orario previsto, saranno esclusi dalla selezione stessa.
Successivamente, il CNV provvederà alla stesura e alla pubblicazione sul proprio sito internet della graduatoria provvisoria, che diverrà definitiva dopo l’approvazione da parte del Dipartimento.

Dove può essere svolto il servizio civile?
L’esperienza si svolgerà presso le sedi operative di associazioni ed enti coinvolti nel progetto e indicati nelle schede descrittive contenute in questo fascicolo.

Quanto dura?
Il servizio civile universale ha la durata di 12 mesi e non può essere ripetuto.
Chi, senza giustificato motivo, interrompesse in anticipo il servizio civile, non potrà in seguito partecipare ad altri progetti di servizio civile universale.
L’impegno di servizio di 1400 ore annue distribuite su 5/6 giorni lavorativi per un totale di 30 ore settimanali.

Cosa viene offerto?
– Assegno mensile di 433,80 euro
– Copertura assicurativa (infortuni, malattia e responsabilità civile) stipulata dal Dipartimento
– Eventuali crediti formativi e possibile valutazione del servizio come tirocini
– Attestato di partecipazione al Servizio civile
– Riconoscimento e valorizzazione delle competenze acquisite
– Valutazione dell’esperienza nei concorsi pubblici con le stesse modalità e lo stesso valore del servizio prestato presso la Pubblica Amministrazione e può valere come titolo di preferenza
– Riconoscimento del servizio ai fini del trattamento previdenziale (riscattabile)

Formazione prevista
L’attività di formazione si divide in Generale e Specifica ed è compresa nei 12 mesi di servizio. E’ previsto un momento iniziale di formazione generale della durata di 42 ore a cura del CNV a cui seguiranno percorsi formativi e di tirocinio pratico che si terranno presso sedi specifiche.
La formazione generale sarà curata dal CNV e riguarderà le seguenti tematiche:
– educazione civica (aspetti costituzionali e normativi del servizio civile; nozioni di primo soccorso e di protezione civile),
– contesto relazionale (relazione d’aiuto, comunicazione, lavoro di gruppo);
– lavoro sociale (lavoro per progetti, cenni di legislazione sociale)
La formazione specifica (60 ore) è affidata ai singoli enti.
Sono previsti inoltre momenti di formazione aggiuntiva.

Perché farlo?
E’ un impegno per gli altri
è una partecipazione di responsabilità
è una occasione per crescere confrontandosi
è un modo per conoscere diverse realtà, per capire e condividere
è uno strumento di pace e di integrazione
è una crescita professionale
è una forma di aiuto a chi vive in disagio o ha minori opportunità
è un atto di amore e di solidarietà verso gli altri
è una occasione di confronto con altre culture
è una risorsa per il Paese
è un primo piccolo passo per non dipendere economicamente dalla propria famiglia
è una esperienza utile per avvicinarsi al mondo del lavoro.

Bando-SCN-Toscana

OPUSCOLO_SCU-Bando-2018

LEGGER-MENTE

allegato_3_domanda

allegato_4_dichiarazione_titoli

allegato_5_informativa_privacy