FESTA DI SANT’ANTONIO DA PADOVA E RICORDO DI EMILIANO LUCCHESI – PIANDICERRETO

Mercoledì 12 Giugno si svolgerà, nella frazione di Piandicerreto, la tradizionale festa di Sant’Antonio da Padova e nell’occasione sarà ricordato Emiliano Lucchesi, già Abate Generale Vallombrosano.

La mostra su Emiliano Lucchesi e la storia de “L’Eco del Santuario di Montenero”resterà aperta, nei locali parrocchiali,  fino a domenica 16 giugno con orario 15:00 – 19:00.

LOCANDINA

FESTA DELLA PICCOLA GRANDE ITALIA – 2 GIUGNO 2013

Castiglione di Garfagnana: Visita Guidata alla Fortificazione e alla Rocca dalle ore 10:00 alle ore 13:00 e dalle 15:00 alle 19:00. Per informazioni e prenotazioni: Prof. Luigi Lucchesi Cell. 347/2601514 

Frazione Chiozza: Visita Guidata al Campanile dalle ore 10:00 alle ore 12:00 e dalle 15:00 alle 19:00. Per informazioni e prenotazioni: Tel 0583/68413 o 68016

Loc. Boccaia – Pratofosco: Dalle ore 10:00 inaugurazione e passeggiata lungo il percorso tematico sugli alberi monumentali “I patriarchi di Patrofosco”. Per informazioni tel. 347/2994270 – 333/6892692

LOCANDINA

FESTA DELLA “PRIMAVERA NEL CASTELLO” – 19 MAGGIO 2013

Evento Enogastronomico. Domenica 19 Maggio si svolge la tradizionale Festa di Primavera. Dal mattino mercatino di Ponti nel Tempo (piccolo artigianato e prodotti tipici). Dalle ore 12:00 è possibile pranzare con degustazione di piatti a base di erbi selvatici,  nel pomeriggio percorso degustazione vini di Castiglione con giuria popolare e premiazione produttori. Inoltre visite guidate in Rocca.

PROCESSIONE DEI CROCIONI – 28 MARZO 2013

Giovedi 28 Marzo 2013 si svolgerà la tradizionale Processione dei Crocioni.

La “Processione dei Crocioni” è una tipica cerimonia della settimana santa che si tiene a Castiglione di Garfagnana nella sera del giovedì santo.Al centro della processione sta la misteriosa figura dell’uomo incappucciato che rappresenta il Cristo durante la passione, a piedi scalzi con due rumorose catene, una pesante croce e la testa cinta da una corona di spine.Dalla chiesa di San Michele, dopo il rito dell’Ultima cena, il Cristo incappucciato esce dalla Chiesa accompagnato dal Cireneo e scortato da un gruppo di soldati romani.La processione si snoda lungo le vie del borgo medievale murato, dove il rullo dei tamburi annuncia le tre cadute che avvengono nei punti più suggestivi del borgo: sagrato di San Pietro, Torricella e Porta del Ponte Levatoio, per fare poi ritorno alla stessa chiesa.Inoltre nessuno, tranne il parroco e il priore della Confraternita, deve conoscere l’identità del penitente: per garantire il suo anonimato, viene infatti rinchiuso nel pomeriggio, dallo stesso priore in un grande armadio posto nella sacrestia, uscirà per la processione per farvi ritorno al termine.A notte inoltrata il penitente potrà finalmente allontanarsi senza essere così riconosciuto.